a day in Spippola’s life…

Sveglia, è mattino. E’ ora di alzarsi….? No sono le 4.30, è la solita insonnia. Richiudi gli occhi e pensi che forse potresti cominciare a prendere qualcuna delle tue medicine/supporti naturali per non doverne accumulare troppi dopo.

Il guaio è che secondo l’omeopata le cose omeopatiche le dovresti prendere a distanza di almeno mezz’ora dall’ultima cosa mangiata  e aspettare 2 ore prima di prenderne altre. Impossibile. Non è un obiettivo raggiungibile…non ci penso neanche più. Vi spiego perchè, ricominciamo.

Accendi la lucetta e tasti il comodino, ci sono le pillolette di Robinia e quelle di Cadmium Sulfuricum. No…queste sono per vomito e acidità. Niente…allora prendi la fialetta di oligoelementi (Oro-Rame-Argento) che ti han dato per affrontare l’astenia. Ti rigiri un pò, leggi due pagine, pensi alla giornata e poi scatta l’ultimo hit disco nella stanza accanto: la sveglia di Roberta, sono le 6.20.

Vai in cucina e mentre prepari il caffè decidi con cosa cominciare: tutto dovrebbe essere preso non a mò di cocktail ma come si fa?? Inizi con il misurino di succo di Aloe depurativa e fai il caffè a Roberta. Cominci a stegamare per prepararle il pranzo…passa un pò di tempo e ingoi la capsula di fermenti lattici. Roberta è uscita, ti mangi il kiwi che serve a mantenere l’intestino in “mossa”…è l’unico rimedio che negli ultimi anni ti funziona..nonpossomicasmettere..però va preso a stomaco vuoto..prima di tutto! A questo punto restano le 3 pilloline di Sulfuricum acidum per la mucosite e le 50 goccie di Eleuterococco per l’astenia. Li giochi a dadi e prendi il primo che esce. Vai in bagno, cominci a lavarti e inizia la fase creme. La pelle è secca ovunque…  e poi ci sono le cicatrici da trattare: crema per il viso, per il corpo, fondotinta, un pò di trucco sennò sembri un cencio. Olio sulle cicatrici, massaggio circolare, trasverso, diagonale. Qualche esercizio per tirare su il braccio. Torni in cucina e prendi il secondo dei due prodotti. Inizia la colazione che ti piace abbondante. Intanto cucini per te perchè adesso a lavorare non riesci a mangiare le cose nè di bar nè di mensa. Ma neppure quelle di Robbi che odia ogni verdura e vivrebbe di carne. No tu adessi segui le linee guida di Franco Berrino e le ricette di Giovanni Allegri per cui ti strulghi il cervello pensando a quante proteine animali hai già mangiato in questi giorni e con quale cereale/verdura puoi garantirti un’alimentazione antitumorale. Per fare la ricetta scelta di Allegri manca sempre almeno una spezia o un’alga o una verdura particolare (ci vorrebbero chili di porri in casa!). Speri non sia proprio  quella lì che cambia la vita e vai avanti con lo spadellamento. Ti vesti, metti via il casino e scopri che sei sveglia da 4, 15 h e in piedi da 2,30 e sono già le 8.45 per cui sei già a rischio di ritardo per il lavoro! Si parte di corsa!

In macchina pensi che ti sei dimenticata di bere il succo di melagrana, che fa un sacco bene perchè pieno di antiossidanti. e che hai lasciato le pilloline sul comodino…boia gatta.

Alle 10.30 fai lo spuntino di frutta secca previsto e ti rammarichi di non avere l’Aloe al lavoro..perchè la dovresti prendere 3 volte al giorno. Verso le 12.00 senti una punta di mal di gola e costernata ti rendi conto che le pillone di Mercurius, di Apis e di Pytolacca sono a casa…speri che non insista…ma strolghi un pastiglione di propoli in borsa per tamponare.

Guardi l’agenda e ripassi dove hai incastrato la psicologa e il massaggio Shatzu settimanali che tanto ti aiutano a sopportare la pesantezza del tutto. Poi ci sono incontri da organizzare…vorresti fare un passaggio anche dall’osteopata che ti riaggiusta la schiena e stimola le surrenali e la loro azione immunitaria; il medico cinese ti ha detto che dovresti fare Qi Gong e cioè di non trascurare le possibilità di Autocura attraverso l’incremento dell’energia interna (il Qi)…. ma ancora non sei riuscita a chiamare per vedere se riesci ad incastrarlo.

Arriva ora di pranzo, mangi il tuo cibo “sano” portato da casa davanti al video per ottimizzare i tempi rispetto agli  impegni di cui sopra che altrimenti richiederebbero permessi di lavoro per poter essere fatti. Ti viene in mente che ti sei scordata quelle gocce da prendere 3 volte a settimana…quante ne hai già saltate? 2? E però è la terapia di rinforzo immunitario boiagattalucia non ti dimenticare, dai!

Pomeriggio-sera rientri. Ti prepari un litro di qualche tisana perchè devi bere tanto e già non ne puoi più a quest’ora del giorno. Stegami per Roberta e per te e surgeli 3 litri di minestra di lenticchie in 12 piccoli contenitorini perchè così avrai modo di avere già qualcosa di pronto per altre volte. Mangi cavolfiore e tofu in padella e pensi che è buono ma forse quando lo stomaco sta meglio ti concedi anche una volta un pezzo di cioccolata che Berrino se è fondente pura pura mica la sconsiglia…

sono le 20.30 ma è come se fosse mezzanotte: non ce n’è. Hai dimenticato l’aloe prima di cena ora devi riprendere le 3 pillole di Sulfuricum per la mucosite. Lavaggio con dentifricio omeopatico e sciacquo con acqua e bicarbonato contro la candida in bocca oppure colluttorio contro le placche. Non hai voglia di reincremarti, senti un freddo salire dentro…..con un ultimo sforzo metti il sale in un tovaglio dentro il microonde e poi da caldo sulla schiena, nella zona lombare per ridare energia ai reni e alle surrenali. Hai dimenticato di mettere i sali nell’acqua che hai bevuto…ti infili a letto sperando nel sonno immediato…sennò un bel pastiglione e VIAAAAAAAAAAAAAAAAAAAAAAAAAAA domattina alle 8 bisogna essere in ospedale per il primo prelievo intermedio fra una chemio e l’altra. 🙂

Disclaimer: ogni riferimento a medicinali non è a scopo pubblicitario.

PS.: nelle mie intenzioni il tutto dovrebbe far ridere … 😈 ma è assolutamente vero!

PS2: mi sono dimenticata le 3+3 pilloline di Graphites per le cicatrici!!! Dimenticata in tutti i sensi 🙂

5 pensieri su “a day in Spippola’s life…

    1. Lucia

      Mi sento un precursore di una nuova teoria del tutto e penso che il bosone di Higgs ha preso casa in via La Pira…. E’ uno stimolo sufficiente 🙂

  1. annalisa

    Ma… devi proprio proprio proprio infilarci anche il lavoro in tutto questo po’ po’ di roba che fai in una giornata? Magari ridurre a mezza giornata? Si può fare? Se no potremmo dividerci le varie pillole, ciascuno di noi ne adotta una (bastiamo? se no anche due o tre a testa…) e poi ti ricordiamo quando e come devi prenderle! Ti pare una buona idea?
    Abbraccissimi
    annalisa

  2. sofia

    Mamma mia, Lucy…! più che fare sorridere questa descrizione di vita alla ‘ridolini’, mi ha messo una certa ansia… Ti vorrebbe a fianco una segretaria, o, ancor meglio, un ‘segretario’, ma di quelli che ne valga la pena! Le cure omeopatiche saranno un gran cosa, ma sono anche una gran palla, direi. La sensazione è che ti aiutino a mantenere la tua tendenza ad essere donna ‘bionica’, più che ‘semplicemente vitale’, questo ha molti “pro” ma anche qualche “contro”. Spero tanto che tutte queste pilloline/goccioline/diete/infusi/spremute/succhi, ti portino un giovamento direttamente proporzionale alla faticosa organizzazione della giornata! Un grnde bacio, sofi

I commenti sono chiusi.