il cortisone…

Strano a dirsi ma pare che gli effetti della chemio io li sento più a distanza. Oppure i medici non so su cosa si basino giacchè trovo nei forum più riscontri a quello che sperimento io che quello che dicono loro.

Previsione fattami del medico: i giorni peggiori dopo la chemio sono i primi 2/3, poi passata la prima settimana si comincia a stare meglio, la seconda benino, la terza bene.

Esperienza (raccolta dati in corso): primi 2/3 giorni nessun malessere forte. Al quinto (chiuso il cortisone) arrivano! Ecco che arriva nausea, calo della vista, dolorini vari (gambe), il sapore di ferro in bocca e poi vediamo…, attedo questa seconda raccolta dati complessiva per un confronto..

Beh alora? Posso dire che non capisco?

E poi il cortisone quindi? Di suo lui è fatto così:

il cortisone in 3D

bellino, no? Guardate l’ossigeno rosso! Infatti la sua formula chimica è: C21H28O5

Che fa??? E’ un potente antinfiammatorio e fra le sue caratteristiche c’è anche di deprimere il sistema immunitario. Mi chiedo quindi a che mi serve? Abbassa le mie difese per far “lavorare” meglio la chemio? Non l’ho capito…nei forum si parla della funzione di antinfiammatorio per le vene che ricevono la chemio, perchè non facciano “reazioni”. Però mi pare tanto 200mg il primo g e 100mg per 3 gg per questo motivo, e poi mi incuriosisce che  anche altre scrivono che hanno problemi quando lo smettono.

uhm…non ho trovato niente di buono. Per i cacciatori sul net si apre il contest! Chi mi trova , in IT or EN, qualcosa al riguardo del perchè si fa il cortisone in chemioterapia vince una zuppa di Miso! (che fa benissimo, parola del prof. Berrino!)

ciao, buon sabato

Lu