Archivio tag: biologia

Lucia 2.0

Ciao,

dopo la Race ero un po spompa. Molto spompa a dire il vero, poi pensieri si sono allentati e adesso mi avvio tranquilla verso la visita oncologica che sarà il prossimo 18/10, giovedì.

Ieri ho ricominciato il corso di counselling in Analisi Transazionale, quest’anno il secondo anno e quest’anno a Milano. Non vedevo l’ora!

A ritroso, venerdì sera invece ho cenato con F., una ragazza supergiovane (sigh!) conosciuta in ospedale durate le flebo del parapazum.  Accomunate dalla stessa sorte bestiacciosa, divise da vite diverse è stato bello rivedersi: siamo vive! allegre, simpatiche, belle…  :mrgreen:

Passando al futuro domani vedo un’azienda che si occupa di gestione informatica dei vetrini istologici: mi ha cercato di spiegare telefonicamente come, grazie all’uso DELLE NUOVE TECNOLOGIA (TM) (sigh…povera Internet) sarà possibile avere un referto istologico in 3 gg anziché 21. Citazione: “Si immagina lei cosa vuol dire per chi attende un referto un tempo così breve per avere una risposta da parte delle persone e delle famiglie coinvolte, magari con l’ipoteca di gravi malattie?” …Eh già, caro lei, può star certo che me lo immagino!  😈 Proprio perché me lo immagino ho anche pensato che me lo mangerei! Perché ci sono anche esami che richiedono TEMPO perché lo richiede la biologia, non è che tutto è immediato e una volta trasformato in bit è lì sullo zerbino virtuale di casa!  La Lucia 2.0 (che sta per secondo anno, che pensavate???  😉 ) fa il corso di counselling e quindi non vuole partire prevenuta ma…me lo mangiooooooooooo!

ciauuuuuuuuuuuuuuuuuu!

-3 all’alba

Ciao cari/e,

come state? Io benino, grazie. L’unica cosa che mi ha preoccupato in questo periodo è stato l’ingrossarsi della mano sinistra e del polso. Prima ho pensato fosse il temutissimo linfedema di cui su Google  potete vedere immagini spaventose che non mi va proprio di inserire. Il problema, tecnicamente, nasce dalla mancanza della stazione linfatica sotto l’ascella e dal ristagno di linfa che persa la propria stazione è un treno che non sa dove andare. Il linfedema accade nel primo anno post intervento e va curato con massaggi e non sottovalutato per non ritrovarsi con il braccino da Hulk senza peraltro riuscire a tirar su un peso.

Dopo un po di agitazione e di consulti una prima conclusione è che io abbia infiammata una guaina. Ora non è che so esattamente oppure che ho capito bene bene di cosa si tratta. Direi di aver capito che le guaine sono relative al tessuto nervoso periferico, quindi ai nervi. Di fatto, nonostante impacchi di varie tipologie medicamentose (argilla, arnica fino al chimico artrosilene) continuo ad avere mezza mano più gonfia ed ogni volta che porto un peso, anche minimo, con questa mano, il gonfiore si accentua.Naturalmente ….vorrei non averlo e la prima cosa che mi è venuta in mente è un effetto collaterale del parapazum (o trastuzumab). Mancano ancora 3 infusioni, ancora 3 appuntamenti con la flebo e poi…dovrei aver finito. Ne ho però già 15 in corpo e quindi..sai mai? Internet però nega un suo contributo: side effects a carico di cuore e polmoni se ne trovano a manetta ma sui nervi..un fico. Peraltro quando avevo fatto la stessa domanda circa la mia onnipresente infiammazione ai tendini delle caviglia la risposta della oncologa era stata un eloquente “non c’entra un cappero”.

Se fate un ricerca su Google con “guaina dei nervi” il risultato è una fila di siti in cui fra i primi 3 due parlano di un sedicente tumore ai nervi. Fanc*** 👿

Uno di questi però si rivela un classico sito profittone pieno di GoogleAnnunci e di immagini raccapriccianti fatte apposta per spaventare chiunque. Io questi li prenderei per palle e ovaie….. perchè ci vuole un poco di freddezza per pensare che non sono attendibili e che non mi riguardano. Fanc*** a loro che la rogna li colga nelle parti intime…

Bene, ciò detto circa i miei aggiornamenti scappo, oggi pomeriggio canto (canto!) in piazza a Sasso Marconi. AH..non ve l’avevo detto??? :mrgreen: :mrgreen: :mrgreen: ho cominciato a giugno… queste sono le date del tour in corso! 😀

ciaooooooooooooooooo

Lu

come il basilico e vi presento Primus

Ciao,

avete mai provato a piantare il basilico? Partendo dai semi? Io ci ho provato lo scorso anno. I semini sono minuscoli e non sapevo bene come piantarli per cui ho fatto finta fosse un pizzico di sale e ho “salato” la terra, smuovendola un pò qua e un pò là.

Poi….acqua, acqua, acqua …guardavo speranzosa ma nulla…poi dopo ancora un pò i primi sospetti di piantine. Talmente invisibili da essere assaliti dall’angoscia di ucciderle semplicemente innaffiando la terra. Poi dopo ancora un pò di tempo i primi veri segni di vita che si presentano in ordine molto sparso. Avrei giurato di averli distribuiti in modo uniforme quei dannati semi e invece…8 attaccati lì e grandi macchie vuote…

E quindi? “Che ce stai a raccontà?” Ve sto a raccontà com’è messa la mia testa…tutto lì. Son 6 settimane che ho finito la chemio e vedo giusto una vaga ombrina di pochissimi capelli…degli spelucchietti che nascono tutti diversi nonostante le mie cure. Ho la testa piena di indisciplinate piantine di basilico, uff. Ecco quanto…io vorrei invece vedere una chioma rasta bella tenace…

Oggi ho preso la mia undicesima dose di x cGy cioè un “tot” centesimi di Gy, cioè di Gray. Il gray (simbolo Gy) è l’unità di misura della dose assorbita di radiazione nel Sistema Internazionale di  misura. Un’esposizione di 1 gray corrisponde ad una radiazione che deposita un joule per chilogrammo di materia (sia tessuti biologici che qualsiasi altra cosa). Quindi è un lavoro (forza per spazio) per unità di massa. Quanto vale l’x che prendo ogni giorno non lo so. Ho avuto per le mani la cartella e ho sbirciato tutto ma mi mancava qualche elemento (non sapevo cos’erano i cGy boia gatta) per capire di più. Di certo sti benedetti fotoni lavorano: mi brucia dentro, brucia forte in certi momenti. E poi mi da la nausea…sono un pò preoccupata, ne devo fare ancora 14 e l’effetto “peggiora” mano a mano.

Vi ricordate che scrivevo che non capivo esattamente cosa fanno sti fotoni della radioterapia alle cellule?? Beh il mistero è svelato, arrivano come un bombardamento di palle di pimbo e mirano al DNA delle cellule. Chiaramente colpiscono tutte le cellule ma quelle sane dispongono di meccanismi atti a riparare i danni che possono avvenire sul loro DNA, mentre nelle cellule cancerogene questi meccanismi sono molto meno efficienti. Vi presento allora Primus…è lui che mi spara i fotoni…domattina ve lo saluto, mi aspetta anche la terapia di parapazum! Andan pur!

primus

sassi, pietre e mattoni

Cos’hanno in comune sassi pietre e mattoni???

Sono pieni di minerali! E quindi? Me li ero dimenticati…..Quando sono stata male dopo la chemio ho pensato si trattasse solo di tenere un pò duro, un pò di vomitate e poi via. Ho rimesso 24 ore…la fregatura è che quando metti dentro e poi fuori non è mica vero che è un’equazione bilanciata. Scappa fuori anche altro, i mitici sali minerali, il sodio, il calcio, il potassio e compagnia che, in forma elettrolitica, stan a far casa nello stomaco e comunque sono alla base del buon funzionamento della chimica del nostro corpo.

Insomma ieri ero stesa, astenica al massimo. Schienata. Sono andata al lavoro e poi di nuovo a casa perchè mi sentivo di non potercela fare. Poi un paio di buoni consigli hanno suggerito di pensare a quell’equazione e di cercare di bilanciarla con buste di sali. Vorrei dire che ha davvero funzionato. Adesso, per esempio, mi sto ribaltando in due per il mal di stomaco ma, MA, non mi sento così male, così senza energie, così vuota. Sarà un meno peggio ma è davvero meno 🙂 …almeno la testa sostiene per cercare soluzioni.

Insomma quindi anche a questo giro ci sono cose nuove da imparare per tenere botta e attraversare sta melma….con tanta pazienza.

‘notte

Lu

PS: ho ricevuto l’orosocopo di Brezsny (in negli Usa vale da martedì a martedì e in Italia da giovedì a giovedì 😉 ). Chiamatemi biggtrai :twisted:.

PISCES (Feb. 19-March 20): If you were going to launch a career as a rap artist any time soon, I’d suggest that maybe you use the alias “Big Try” as your stage name. If you were planning to convert to an exotic religious path and get a new spiritual name, I’d recommend something like “Bringit Harder” or “Pushit Stronger.” If you were about to join an activist group that fights for a righteous cause, and you wanted a new nickname to mark your transformation, I’d urge you to consider a tag like “Radical” or “Prime” or “Ultra.” And even if you’re not doing any of the above, I hope you’ll carry out some ritual of transition to intensify your commitment to your life’s vital dreams.

pianin pianino

Ciao!

(Ho cominciato a scrivere questo nuovo post ieri sera ma lo pubblico solo oggi…volevo che più persone possibile vedessero l’ultimo, è troppo bello e importante!)

Oggi ho rifatto la medicazione, ancora bagnato… terza torturina (l’altra l’ho avuta lunedì) con gli amati strumenti che vi ho mostrato due post fa….sempre senza male però. E poi mi ha svuotato con la siringa sto melone che ho sotto l’ascella….boia boia… E’ la linfa che ancora non ha trovato una strada alternativa…  E la pigra che sta facendo adesso che non trova più la solita strada? Si siede, aspetta, si ingubbia all’incrocio e sta lì??? Da non crederci…non è mia sta linfa! 🙂

S’impone un aggiornamento, capire come farle trovare altre strade…ripartiamo da quello che non trova più. I linfonodi sono grandi più o meno come un pisello (il vegetale!) e distribuiti nel corpo come vedete qua a fianco. Secondo quanto c’è scritto qua i linfondi nel corpo sono circa 800, fanno parte del nostro sistema immunitario in quanto (cito dal sito) “la linfa penetra nel linfonodo per mezzo dei vasi linfatici afferenti e ne fuoriesce dopo una processazione da parte delle cellule contenute nel linfonodo. Ciò accade perché i linfonodi contengono cellule chiamate linfociti e macrofagi, che funzionano da vere stazioni di controllo nei confronti delle cellule tumorali maligne e dei microrganismi patogeni.” Insomma sono dei depuratori e probabilmente, come tutti i depuratori, puzzano anche un pò. Ne consegue che io, dopo l’asporto di 32 linfonodi, sono più sporca ma anche più profumata! :mrgreen:

Prima e dopo il depuratore la linfa non ha un capo che la costringe a marciare  (non c’è un analogo del cuore) e non forma un sistema chiuso come quello arterioso-venoso. Insomma si muove spinta dal flusso complessivo, dal movimento del corpo…non ha iniziativa propria. Quindi quasi quasi ci sta che non sappia che cacchio fare…. è ferma alla vasca dei suoi vecchi 32 depuratori e non si schioda.

Ma se si muove con il movimento del corpo mi viene il sospetto che io non dovrei stare così fermina come  mi dite…. uhmmm 😈 però c’è sempre il dannato taglio aperto… uffi vorrei tanto avere almeno un avatar in cui potermi muovere…sto friggendo! 🙂

ciau! Io lunedì torno al lavoro…PAURA!

Lu

NB nel colore blu della parola avatar c’è un voluto ed esplicito riferimento al film! 🙂 …BTW a me non è mica piaciuto granchè, non gli effetti eh, SPAZIALI, ma la trama, soccia…Cameron poteva fare uno sforzino di immaginazione in più…

La linfa penetra nel linfonodo per mezzo dei vasi linfatici afferenti e ne fuoriesce dopo una processazione da parte delle cellule contenute nel linfonodo. Ciò accade perché i linfonodi contengono cellule chiamate linfociti e macrofagi, che funzionano da vere stazioni di controllo nei confronti delle cellule tumorali maligne e dei microrganismi patogeni.

…still bleeding…

Ciao!

Non ci sono grandi novità…io mi sento sempre meglio, ed è una bellissima cosa confesso!

Però il taglio sul seno ancora non si chiude e sgocciola..siero. Ieri il chirurgo me lo ha spremuto via in quantità… Mo che minchia è sto siero? E’, in questo caso, la parte liquida del sangue, senza i suoi corpuscoli, che rimane dopo la coagulazione (non c’è il fibrinogeno). Spero che qualcuno non abbia fatto il collegamento con il siero che rimane dopo la solidificazione del formaggio…vabbè che siamo sulla tetta..ma insomma! 😈

Poi ancora ieri, quando il chirurgo mi ha medicato, mi ha tirato via 3 siringoni di linfa…deposito causato, come vi immaginate, dall’assenza dei linfonodi decurtati via. Anche qui…lo sapete che ce l’avete anche voi vero la linfa????? Perchè non ha nulla a che fare con quella che avete studiato sulle piante nel Cretaceo inferiore… cioè quando facevate il liceo :-)! E io non sono diventata un salice….

Sono stata cazziata alla medicazione perchè mi muovo troppo…a me sembra di non fare un’anatra e la cosa comincia a frustrarmi. Cucino, leggo, sto al pc, faccio le lavatrici e stendo. Basta così… Possibile soluzione? Ingollarmi di serial televisivi e di pizza così da stare proprio ferma ferma. Se ne avete altre…vi prego suggerite! Altrimenti venitemi a trovare! Così sto buona 🙂 Il chiururgo ha anche detto che devo stare così altri 10gg… uffiii..

Per tirarci su tutti…ecco la barza!

Una donna sta male e va dal dottore il quale la fa accomodare sul lettino e le dice “Si tolga il reggiseno” e la paziente risponde “Così mi vede le meline”. Allora il dottore le dice “Si tolga le mutande” e lei ribatte “Così mi vede la fragolina”, allora il dottore dice “Signo’ con tutta ‘sta frutta mi ha fatto svegliare la banana!” (ps..la fonte è sempre il solito forum!)

E poi, nell’allagamento di pubblicità legata al nuovo colossalone cinematografico AVATAR, eccovi il mio MANGATAR: spippotar o mangippola! Bellino, no?

il mangatar della spippola!

P.S. 1 Non vi impressionate per la spremuta e le siringate..non mi hanno fatto alcun male!

P.S. 2 A parte quel che scrivo è tutto “grasso che cola” che l’unico problema sia dover stare più ferma… loso! :mrgreen:

Back home but not quite back….

Ciau!

ieri mi han dimesso ma sonopiuttosto groggy…dolori, formicolii, un pò di febbriciola, senso di spossatezza.

Perchè mi ha dimesso? Beh che mi avrebbero tenuto poco era preannunciato, mi avevano già detto che dimettevano anche nel fine settimana. Poi sabato si è posto questo dilemma: emoglobina bassa…trasfusione oppure… mi han rifilato due bocettoni di ferro in vena..il valore si è innalzato di uno 0,8 dal minimo e quindi…VIA a CASA!

La tetta e l’ascella sono soffocate dalle garze, io sono un pò bloccata, ho qualche linea di febbre e mi sento abbastanza cotta ma confido, pian piano…, di ripartire.

Last but not least! Mi han detto che l’operazione “è andata bene“. Cosa significhi esattamente non mi è chiaro…di certo sono uscita dall’ospedale verticale e non orizzontale ma…buh..vorrei sapere di più. Mi hanno però già stoppato dicendo che prima del referto istologico (15gg) non si può dire granchè.

Quindi se han raccolto cacche, margherite o mine antiuomo lo sapremo poi!! 😡

Un abbraccio, scusate, vorrei scrivere un sacco di cose sul ferro, l’emoglobina e come i due si accoppiano (!) ma vi lascio solo il riferimento di un’immagine…sono cottissima.

Ciao!

i capelli e il tasso

Ciao,

in questi giorni prima del nuovo ciclo di terapia sto davvero benino. Ieri sera ho anche provato a fare spinning: con un pò di occhio di riguardo al cuore che saliva facilmente è andata, è stato piacevole risentire il corpo “funzionare” come dio comanda. Altrimenti questa faccenda sale troppo alla testa…dove già sta facendo abbastanza danni…i capelli! Per esempio…Uffa i capelli, Cazzo i capelli! Aiuto i CAPELLI!…

Pensavo di essere già pronta: li ho tagliati…ho prenotato delle parrucche…ma col cavolo! Trovarmeli a ciuffi fra le mani…ufff…che due scatole…non vorrei..

Donca però torniamo ai fatti, perchè si perdono i capelli con la chemio? Da quello che ho letto (anche qui) perchè  la chemioterapia agisce sulle cellule che si riproducono rapidamente, che è una caratteristica delle cellule tumorali ma non solo. Essendo la chemio artiglieria pesante, di fatto colpisce tutte le cellule con queste caratteristiche: cellule del sangue prodotte dal midollo osseo, follicoli piliferi e mucose delle vie gastroinsteinali.

Leggendo così qua e là scopro anche che la chemio che faccio io è un composto semisintetico analogo al taxolo, derivato dalla corteccia del raro “Tasso del Pacifico“!  Interviene ad un certo stadio della riproduzione cellulare (anafase) per impedire, appunto, il completamento della riproduzione. Michia…mi rendo conto leggendo che di biologia non so un tubo :-). Di certo ricordo invece che il tasso è un albero di cui tutte le parti sono estrememamente velenose per cui non mi stupisce che i suoi effetti siano così tosti.

Insomma se per il futuro pare che stiano inventando nuove soluzioni per il problema della perdita dei capelli per l’oggi…mi ci devo abituà…però la foto della tipa dell’articolo linkato rincuora..quindi tiriamo pur fuori le solite ovaie!

ciau e buona domenica!

i globuli bianchi e il Betto

Ciao,

il pensiero di questi giorni è soprattutto concentrato sui globuli bianchi ….perchè?

Fra gli effetti collaterali della chemio c’è l’abbassamento dei globuli bianchi e la loro mancata risalita comporta, se valutata, la necessità di non procedere con il trattamento nella frequenza prevista (questo è da tenere a mente per la mia funzione sul malessere…ci vuole anche un parametro collegato alla periodicità). Insomma na bella sfiga.

Stanotte ho sognato la fine del mondo: era annunciata, ero in campagna non mi ero attrezzata in nessun modo (e in che modo..perlatro?) ed ero da sola: improvvisamente si abbassava la luce del sole dell’80% e comciavano strani lampi e fenomeni naturali agghiaccianti. Poi mi sono svegliata. Du palline la testa…

Infine questo blog sta diventando dietro le quinte un fan club del Betto (Stefano, collega di lavoro): unico uomo che finora scritto più commenti che sono stati giudicati di estrema sensibilità dal pubblico femminile che chiede informazioni a gran voce ;- )…Betto è il tuo momento! Profitta!

buona domenicaaaaaaaaaaaaaaaaaaa

W la scienza…..!!?

Ieri ho fatto la TAC e ho avuto il referto della biopsia.

E’ stata una giornta pesa e lunga per cui non sono riuscita a scrivere…Sorry a me e a chi ha cercato news.

Dunque..intanto  la bestiaccia è confermata. Francamente, a parte mia mamma, che potesse non esserlo non ci credeva più nessuno. Tantomeno io.

L’oncologo è apparso ottimista su quell’ombra a dx: dice che forse non è niente, ma è stato uno scrupolo necessario dal punto di vista della successiva chirurgia: infatti la zona, piccola, regredirà certamente con i trattamenti ma è importante sapere se c’è stata oppure no.

Caratteristiche delle cellule tumorali: non c’è presenza di recettori ormonali, in compenso c’è una risposta elevata alla presenza di una certa proteina sulle cellulle cancerose  che si chiama HER2/neu -human epidermal growth factor receptor 2- detta anche ErbB2.

In poche parole? Per quanto ne ho capito finora è una caratteristica stronza (tumore con cellule che crescono molto) ma per questa oggi esiste un farmaco target, è cioè uno di quei casi in cui si può fare anche (anche) una terapia che è mirata al tumore e non che spara nel mucchio come la chemio.

Allora grazie alla scienza che avanza…per fortuna che c’è. Ma voglio poi approfondire. Per il resto….martedì comincio il farmaco target (Trastuzumab) e poi mercoledì la chemio (Taxotere)

buon sabato