Archivio tag: chimica

6 gradi di separazione

Ciao,

in questi giorni ho ricevuto via sms da Sofia, ritornata in Sierra Leone giovedì, un messaggio di saluti da Agnes. Agnes ha l’età di mia figlia e un figlio di qualche anno, la vedete in questa bella foto, in cui è ritratta indossando un paio di orecchini che le ho regalato dopo la corte spietata che mi ha fatto per averli. 

Agnes vive a Kambia, nel’omonimo distretto della Provincia del Nord, che si trova esattamente sopra il distretto di Port Loko. In questo distretto c’è il porto di Pepel che è dove African Minerals Limited scarica i milioni di tonnellate di terra prelevati dall’interno (cfr. mio post precedente e anche il sito medesimo di AML che ne parla in lungo e in largo qui). Queste navi non ho ben chiaro dove vadano ma almeno il primissimo viaggio Internet documenta che e’ stato con destinazione  “Shandong Iron and Steel Group”. Questo non e’ un luogo ovviamente ma una company cinese con cui AML ha fatto un accordo da 1,5 miliardi di dollari per avere parte degli scavi nei prossimi anni. AML, che qualche tempo fa si chiamava Sierra Leone Diamond Company, con i cinesi ci commercia parecchio,  infatti a dicembre ha fatto un accordo del valore di 3 miliardi di yuan con China Communications Construction Company per la realizzazione di infrastrutture di questo grande progetto minerario che prevede 3 fasi di cui quella in corso e’ solo intermedia fra la prima e la seconda. Al termine della fase 3 queste infrastrutture le consentiranno di “esportare” (asportare???) per più di 60 anni (dalle stime della ricchezza del deposito) una quantita’ non ancora definita ma superiore ai 50 milioni di tonnellate dell’anno di terra stabiliti per la fase 2…

La Cina raccoglie e lavora questo materiale ferroso ma Cina significa anche attualmente il piu’ grande deposito terrestre di un gruppo di elementi denominati terre rare come ascoltavo da Vincenzo Balzani qualche giorno fa. Queste ci interessano perche’ son rare ma ci facciamo molta confidenza per apparati tecnologici particolari, per esempio ci servono nella costruzione dei motori dei veicoli ibridi. Ma questo e’ solo un inciso. Mi interessa invece saltare al fatto che una delle terre rare e’ il gadolinio, elemento che viene attualmente messo in soluzione ed iniettato come mezzo di “contrasto” per la risonanza magnetica come vi ho scritto qui ormai due anni fa.

Sofia-> 1 Agnes e Kambia -> 2 Port Loko e Pepel -> 3 AMLe  il progetto di Tonkolili-> 4 gli accordi con i cinesi e la terra sierralionese che se ne va li’ -> 5 la Cina deposito mondiale di Terre rare -> 6 il gadolinio delle  mie risonanze magnetiche.

ciao!

Lucia

sassi, pietre e mattoni

Cos’hanno in comune sassi pietre e mattoni???

Sono pieni di minerali! E quindi? Me li ero dimenticati…..Quando sono stata male dopo la chemio ho pensato si trattasse solo di tenere un pò duro, un pò di vomitate e poi via. Ho rimesso 24 ore…la fregatura è che quando metti dentro e poi fuori non è mica vero che è un’equazione bilanciata. Scappa fuori anche altro, i mitici sali minerali, il sodio, il calcio, il potassio e compagnia che, in forma elettrolitica, stan a far casa nello stomaco e comunque sono alla base del buon funzionamento della chimica del nostro corpo.

Insomma ieri ero stesa, astenica al massimo. Schienata. Sono andata al lavoro e poi di nuovo a casa perchè mi sentivo di non potercela fare. Poi un paio di buoni consigli hanno suggerito di pensare a quell’equazione e di cercare di bilanciarla con buste di sali. Vorrei dire che ha davvero funzionato. Adesso, per esempio, mi sto ribaltando in due per il mal di stomaco ma, MA, non mi sento così male, così senza energie, così vuota. Sarà un meno peggio ma è davvero meno 🙂 …almeno la testa sostiene per cercare soluzioni.

Insomma quindi anche a questo giro ci sono cose nuove da imparare per tenere botta e attraversare sta melma….con tanta pazienza.

‘notte

Lu

PS: ho ricevuto l’orosocopo di Brezsny (in negli Usa vale da martedì a martedì e in Italia da giovedì a giovedì 😉 ). Chiamatemi biggtrai :twisted:.

PISCES (Feb. 19-March 20): If you were going to launch a career as a rap artist any time soon, I’d suggest that maybe you use the alias “Big Try” as your stage name. If you were planning to convert to an exotic religious path and get a new spiritual name, I’d recommend something like “Bringit Harder” or “Pushit Stronger.” If you were about to join an activist group that fights for a righteous cause, and you wanted a new nickname to mark your transformation, I’d urge you to consider a tag like “Radical” or “Prime” or “Ultra.” And even if you’re not doing any of the above, I hope you’ll carry out some ritual of transition to intensify your commitment to your life’s vital dreams.

cogito e gadolinio!

Ciao,

cogito per cui ci sono ma ci sono e cogito fin troppo e quindi ho rotto. Il pensiero non è male se ti scaccia il temporale…se invece poi ti assilla meglio è la camomilla…

Sarà il tempo padano della minchia ma..che fatica riuscire a tenere la testa alta!

Quindi è tempo di tornare agli studi: oggi chimica e fisica, contenti?  Come vi ricordate in passato vi ho raccontato dei processi fisici alla base di alcuni strumenti di indagine utilizzati nelle terapie di controllo del cancro. Abbiamo parlato meno dei mezzi di contrasto usati e qualcuno è rimasto fuori 🙂 così come non abbiamo mai parlato della risonanza magnetica, esame per me particolarmente importante insieme alla Pet per stabilire l’evoluzione del satellite alieno (sempre quello atterrato nella mia tetta ecc… ecc…)

Alura: per le scintigrafie (angio-cardio e ossea) mi han fatto il 99mTc (funzionasse l’apice in questo editor della minchia!) insomma il Tecnezio 99… che sono  sicura ve ne ricordate ma è il numero 43 della tavola periodica e viene usato quando si sfrutta il decadimento Beta negativo per tecniche di imaging (sempre vedi l’articolo del 30/09 linkato sopra).

Poi abbiamo un isotopo del fluoro…che con questa reazione  18F → 18O + e+ + ν causa la presenza di positroni e permette di utilizzare il decadimento beta positivo per visualizzare le alterazioni metaboliche con la PET (l’altra roba che viene generate insieme ai positroni ho capito che ve la trovate nel film 2012 se lo andate a vedere…si tratta di neutrini :-)…..).

Per fare la TAC invece ti infilano dello iodio (altro alogeno come il fluoro), mezzo di contrasto che permette ai raggi X di filmarti meglio “dentro”. L’effetto orribile è che te lo infilano mentre stai facendo l’esame, stai turbinando avanti e indietro con il lettino motorizzato e ti arriva un colpo di caldo alla gola e lì sotto (si, proprio lì) che ti par di soffocare.

Finito???????? SEEEEEEEEEEEEE…

E il gadolinio dove lo mettiamo????? Vi siete dimenticati la Risonanza magnetica!!!!!!!!!!!!! Per fare la risonanza ci vuole questo….guardate se è bellino.Gadolinio Bé insomma la risonanza magnetica s’è capito ad intuito che funziona con un campo magnetico :-). Il gadolinio è ferromagnetico cioè ha proprietà magnetiche in condizione “normali”. Ai fini della risonanza, se ho ben capito, modifica la reazione alla presenza del campo magnetico dei protoni presenti nell’acqua…e i tessuti hanno caratteristiche diverse se hanno più o meno acqua (più o meno sangue…)…

bene..per stasera mi sa che la lezioncina vi basta…. spero non vi siate rotti le balle, io mi diverto e capisco sempre più che è un vero casino: ho infilato e infilerò di tutto nel mio corpo in questi mesi… 👿 salvo quello che vorrei! 😳 :mrgreen:

buon sabato! Lu

il cortisone…

Strano a dirsi ma pare che gli effetti della chemio io li sento più a distanza. Oppure i medici non so su cosa si basino giacchè trovo nei forum più riscontri a quello che sperimento io che quello che dicono loro.

Previsione fattami del medico: i giorni peggiori dopo la chemio sono i primi 2/3, poi passata la prima settimana si comincia a stare meglio, la seconda benino, la terza bene.

Esperienza (raccolta dati in corso): primi 2/3 giorni nessun malessere forte. Al quinto (chiuso il cortisone) arrivano! Ecco che arriva nausea, calo della vista, dolorini vari (gambe), il sapore di ferro in bocca e poi vediamo…, attedo questa seconda raccolta dati complessiva per un confronto..

Beh alora? Posso dire che non capisco?

E poi il cortisone quindi? Di suo lui è fatto così:

il cortisone in 3D

bellino, no? Guardate l’ossigeno rosso! Infatti la sua formula chimica è: C21H28O5

Che fa??? E’ un potente antinfiammatorio e fra le sue caratteristiche c’è anche di deprimere il sistema immunitario. Mi chiedo quindi a che mi serve? Abbassa le mie difese per far “lavorare” meglio la chemio? Non l’ho capito…nei forum si parla della funzione di antinfiammatorio per le vene che ricevono la chemio, perchè non facciano “reazioni”. Però mi pare tanto 200mg il primo g e 100mg per 3 gg per questo motivo, e poi mi incuriosisce che  anche altre scrivono che hanno problemi quando lo smettono.

uhm…non ho trovato niente di buono. Per i cacciatori sul net si apre il contest! Chi mi trova , in IT or EN, qualcosa al riguardo del perchè si fa il cortisone in chemioterapia vince una zuppa di Miso! (che fa benissimo, parola del prof. Berrino!)

ciao, buon sabato

Lu

Secondo giorno e cambi di programma

Ciao!

Oggi ho fatto la “mitica” chemio questa roba che non so se sapete cos’è ma le mie immagini precedenti erano del tutto fuorvianti. Intanto chemioterapia è un termine davvero generico che raccoglie terapie diversissime somministrate anche in modi molto diversi. Poi non c’entra una ceppa con la radioterapia.

Nel mio caso la chemio è la somministrazione di un farmaco via endovena che si chiama Taxotere, il principio attivo è il Docetaxel la cui formula chimica, qualdo letta, sembra una vera poesia che ho trovato solo in inglese:

N-carboxy-3-phenylisoserine, N-tert-butyl ester, 13-ester with 5, 20-epoxy-1, 2, 4, 7, 10, 13-hexahydroxytax-11-en-9-one 4-acetate 2-benzoate, trihydrate

bello, no? A parte la lirica chimica temevo la giornata di oggi un bel pò. Dopo quanto ero stata malino ieri infilarmi 6 pastiglie di cortisone in 12 ore, rifare l’antistamico in vena, e sta rubaza….. Invece sto meglio di ieri, per ora non è ancora arrivata la nausea, ho un cerchio alla testa, niente febbre. Non male.

Se l’herceptin di ieri era un plotone di cecchini, quella di oggi è stata l’artiglieria pesante “ndo’ cojo coio”, la chemio è così, non è specifica specifica e quindi ha tutta una serie di effetti collaterali di cui il più importante è l’abbassamento dei globuli bianchi. Perdonate la similitudine guerresca ma non me ne vengono in mente altre.

La bestiaccia ringhia…ed è affamata. I suoi dati caratteristici sono un indice di erbB2>3 e fattore di crescita del 24% (anticorpo KI-67)..quindi va sedata e ridotta.

Da oggi so che mi faranno 4 cicli di herceptine e taxotere ogni 21gg, poi l’intervento, poi terapia ancora ed herceptin un anno. …francamente avevo sperato di cavarmela in 6 mesi ma …ancora non si sapevano le caratteristiche della bestiaccia. E’ un ballo lumgo….

un abbraccio!!



D-Day-1 i numeri naturali e la materia

Donca…il pensiero principale di oggi è che oggi è il d-day meno uno: domani inizio la cura!

Ah…Quindi è il giorno zero? O è il -1? In effetti potrebbe essere anche il 84957627653419283756, in fondo che cambierebbe nei conti? Domani resterebbe il 84957627653419283757…e il senso sarebbe invariato..potenza dei numeri naturali :).

Fulvia nel suo ultimo commento mi/ci ricorda che il compito cosmico di questo blog è di occuparsi di fisica e di trasformazioni. Io dico che deve mantenere una curvatura positiva nello spazio tempo affinchè la mia geodetica (si chiamava così..mi pare, la traiettoria nello spazio tempo) stia ben collocata sull’ameno terzo pianeta del sistema solare senza andarsene a spasso. Quindi datevi da fare nei modi che vi sono più affini: pittura, canto, musica, ballo, preghiera, scrittura di software, reiki, meditazione…io domani faccio la mia parte con il buco numero…?

Si cogliendo l’invito di Enzo ho fatto il conto buchi…e poi però mi sono detta: “ma ho avuto più buchi oppure ho firmato più fogli di consenso informato??”  Lo so che non ci crederete ma siamo 8 a 8.  BTW il braccio dx a oggi vince sul sx per 5 a 3 nei buchi.  Circa i consensi mi sono resa conto di non aver praticamente letto nessuna delle famose clausole in piccolo…. forse domani la cura non è il parapazum, piuttosto mi asportano il braccio sx e torno a casa con un innesto vegetale. Così la bestiaccia potrebbe tramutarsi chessò..in un caco?

‘notte

Il parapazum…

La mia cura, come ho scritto ieri, comincia con attaccarsi all’Erb2 il quale, mi è stato scritto sul referto, viene trattato con un anticorpo monocolonale: il trastuzumab che ho chiamato amichevolmente “parapazum” dato che è impronunciabile. Il nome commerciale del farmaco è  Herceptin, prodotto dalla Genetech. La sua formula chimica, sempre dalla potenteissima wikipedia, risulta essere:

C6470H10012N1726O2013S42

Ok per il carbonio, l’idrogeno, l’azoto e l’ossigeno…ma lo zolfo? Mah…poi non so niente di chimica organica..se qualcuno sa come si leggono i numerelli è gradita spiegazione! Oppure è la quantità come nell’inorganica?

Mi incuriosiva sapere qualcosa di più. Ho sondato Rupubblica e ho trovato citato l’Herceptin per la prima volta nel 1998Interessante come l’articolo definisca questo farmaco uno dei successi della medicina d’oltreoceano insieme al Viagra…non so come dire ma forse per il giornalista una tetta conservata vale quanto una …. beh trovate la rima da soli!

In Europa è stato introdotto nel 2000. E’ molto costoso, qui si cita che un anno di trattamento costava 50.000 euro nel 2005…..che dire? Io non pago nulla per cui… amici sono tutta sul vs groppone! Pagate le tasse che a me servono per il parapazum! e W il sistema sanitario italiano cavolo!!! 🙂

Infine, giusto perchè altrimenti sembra tutto troppo bello, non è che mi scocci poco leggere anche che l’Herceptin dà come effetti collaterali problemi al cuore..per non parlare delle occasionali “fatal infusion reaction” …che due…che due…..

W la scienza…..!!?

Ieri ho fatto la TAC e ho avuto il referto della biopsia.

E’ stata una giornta pesa e lunga per cui non sono riuscita a scrivere…Sorry a me e a chi ha cercato news.

Dunque..intanto  la bestiaccia è confermata. Francamente, a parte mia mamma, che potesse non esserlo non ci credeva più nessuno. Tantomeno io.

L’oncologo è apparso ottimista su quell’ombra a dx: dice che forse non è niente, ma è stato uno scrupolo necessario dal punto di vista della successiva chirurgia: infatti la zona, piccola, regredirà certamente con i trattamenti ma è importante sapere se c’è stata oppure no.

Caratteristiche delle cellule tumorali: non c’è presenza di recettori ormonali, in compenso c’è una risposta elevata alla presenza di una certa proteina sulle cellulle cancerose  che si chiama HER2/neu -human epidermal growth factor receptor 2- detta anche ErbB2.

In poche parole? Per quanto ne ho capito finora è una caratteristica stronza (tumore con cellule che crescono molto) ma per questa oggi esiste un farmaco target, è cioè uno di quei casi in cui si può fare anche (anche) una terapia che è mirata al tumore e non che spara nel mucchio come la chemio.

Allora grazie alla scienza che avanza…per fortuna che c’è. Ma voglio poi approfondire. Per il resto….martedì comincio il farmaco target (Trastuzumab) e poi mercoledì la chemio (Taxotere)

buon sabato