Archivio tag: medicina

legno fuoco terra metallo acqua

Ciao,

legno, fuoco, terra, metallo e acqua sono i 5 elementi della medicina tradizionale cinese. Associate ci sono 5 stagioni. Cinque? Si, perchè una è la “stagione intermedia”  presente fra l’una e l’altra di quelle canoniche. Poi ci sono 5 coppie di organi: uno pieno/uno vuoto, un organo e un viscere. Associata c’è anche una direzione, anche qui aggiungendo il “centro” alle quattro più note (N/E/S/O). Poi c’è un colore e un sentimento/emozione, c’è un sapore e c’è un animale. C’è un tessuto corporeo, c’è un odore, c’è un suono, c’è un organo di senso. Ah c’è anche un orario associato, anzi un intervallo  di 4 ore. e dato che 5*4 fa venti le ultime 4 sono riempite da altri due “organi”: il sangue e il metabolismo.5 elementi

Ogni giorno è in parte YIN (12-24) e in parte YANG (00-12) e questo dualismo è presente in ogni aspetto della nostra vita: nei cibi, nelle stagioni e negli umani stessi.

Lo stare bene fisicamente e psicologicamente si chiama essere in equilibrio, un equilibrio di tipo energetico fra tutte queste parti. Un eccesso di Yin o di Yang non va bene, un vuoto non va bene, una stasi di energia, che deve invece sempre fluire, non va bene.

Non va bene fare “troppo” perchè è uno spreco di energia …meglio con misura. L’energia ha tanti nomi e qualità ma comunque la nostra energia di vita è incapsulata nei reni ed è quella del concepimento, quanta ce ne hanno data i nostri genitori in quell’atto tanta ne abbiamo…

Dopo due giorni di stage di QiGong che penso? Che forse adesso quello di cui ho bisogno è solo un bel corso di salsa!! :mrgreen:

Lu

PS martedì ho fatto la visita onclogica e il dott. mi ha detto che le mie percentuali di metastasi o di recidiva sono del 10% nei prossimi anni, sempre per via di com’è andata bene la risposta iniziale alle cure. Beh…dal 15/25 che sapevo io direi che è un bell’improvement quindi…offro da bere!!!

a day in Spippola’s life…

Sveglia, è mattino. E’ ora di alzarsi….? No sono le 4.30, è la solita insonnia. Richiudi gli occhi e pensi che forse potresti cominciare a prendere qualcuna delle tue medicine/supporti naturali per non doverne accumulare troppi dopo.

Il guaio è che secondo l’omeopata le cose omeopatiche le dovresti prendere a distanza di almeno mezz’ora dall’ultima cosa mangiata  e aspettare 2 ore prima di prenderne altre. Impossibile. Non è un obiettivo raggiungibile…non ci penso neanche più. Vi spiego perchè, ricominciamo.

Accendi la lucetta e tasti il comodino, ci sono le pillolette di Robinia e quelle di Cadmium Sulfuricum. No…queste sono per vomito e acidità. Niente…allora prendi la fialetta di oligoelementi (Oro-Rame-Argento) che ti han dato per affrontare l’astenia. Ti rigiri un pò, leggi due pagine, pensi alla giornata e poi scatta l’ultimo hit disco nella stanza accanto: la sveglia di Roberta, sono le 6.20.

Vai in cucina e mentre prepari il caffè decidi con cosa cominciare: tutto dovrebbe essere preso non a mò di cocktail ma come si fa?? Inizi con il misurino di succo di Aloe depurativa e fai il caffè a Roberta. Cominci a stegamare per prepararle il pranzo…passa un pò di tempo e ingoi la capsula di fermenti lattici. Roberta è uscita, ti mangi il kiwi che serve a mantenere l’intestino in “mossa”…è l’unico rimedio che negli ultimi anni ti funziona..nonpossomicasmettere..però va preso a stomaco vuoto..prima di tutto! A questo punto restano le 3 pilloline di Sulfuricum acidum per la mucosite e le 50 goccie di Eleuterococco per l’astenia. Li giochi a dadi e prendi il primo che esce. Vai in bagno, cominci a lavarti e inizia la fase creme. La pelle è secca ovunque…  e poi ci sono le cicatrici da trattare: crema per il viso, per il corpo, fondotinta, un pò di trucco sennò sembri un cencio. Olio sulle cicatrici, massaggio circolare, trasverso, diagonale. Qualche esercizio per tirare su il braccio. Torni in cucina e prendi il secondo dei due prodotti. Inizia la colazione che ti piace abbondante. Intanto cucini per te perchè adesso a lavorare non riesci a mangiare le cose nè di bar nè di mensa. Ma neppure quelle di Robbi che odia ogni verdura e vivrebbe di carne. No tu adessi segui le linee guida di Franco Berrino e le ricette di Giovanni Allegri per cui ti strulghi il cervello pensando a quante proteine animali hai già mangiato in questi giorni e con quale cereale/verdura puoi garantirti un’alimentazione antitumorale. Per fare la ricetta scelta di Allegri manca sempre almeno una spezia o un’alga o una verdura particolare (ci vorrebbero chili di porri in casa!). Speri non sia proprio  quella lì che cambia la vita e vai avanti con lo spadellamento. Ti vesti, metti via il casino e scopri che sei sveglia da 4, 15 h e in piedi da 2,30 e sono già le 8.45 per cui sei già a rischio di ritardo per il lavoro! Si parte di corsa!

In macchina pensi che ti sei dimenticata di bere il succo di melagrana, che fa un sacco bene perchè pieno di antiossidanti. e che hai lasciato le pilloline sul comodino…boia gatta.

Alle 10.30 fai lo spuntino di frutta secca previsto e ti rammarichi di non avere l’Aloe al lavoro..perchè la dovresti prendere 3 volte al giorno. Verso le 12.00 senti una punta di mal di gola e costernata ti rendi conto che le pillone di Mercurius, di Apis e di Pytolacca sono a casa…speri che non insista…ma strolghi un pastiglione di propoli in borsa per tamponare.

Guardi l’agenda e ripassi dove hai incastrato la psicologa e il massaggio Shatzu settimanali che tanto ti aiutano a sopportare la pesantezza del tutto. Poi ci sono incontri da organizzare…vorresti fare un passaggio anche dall’osteopata che ti riaggiusta la schiena e stimola le surrenali e la loro azione immunitaria; il medico cinese ti ha detto che dovresti fare Qi Gong e cioè di non trascurare le possibilità di Autocura attraverso l’incremento dell’energia interna (il Qi)…. ma ancora non sei riuscita a chiamare per vedere se riesci ad incastrarlo.

Arriva ora di pranzo, mangi il tuo cibo “sano” portato da casa davanti al video per ottimizzare i tempi rispetto agli  impegni di cui sopra che altrimenti richiederebbero permessi di lavoro per poter essere fatti. Ti viene in mente che ti sei scordata quelle gocce da prendere 3 volte a settimana…quante ne hai già saltate? 2? E però è la terapia di rinforzo immunitario boiagattalucia non ti dimenticare, dai!

Pomeriggio-sera rientri. Ti prepari un litro di qualche tisana perchè devi bere tanto e già non ne puoi più a quest’ora del giorno. Stegami per Roberta e per te e surgeli 3 litri di minestra di lenticchie in 12 piccoli contenitorini perchè così avrai modo di avere già qualcosa di pronto per altre volte. Mangi cavolfiore e tofu in padella e pensi che è buono ma forse quando lo stomaco sta meglio ti concedi anche una volta un pezzo di cioccolata che Berrino se è fondente pura pura mica la sconsiglia…

sono le 20.30 ma è come se fosse mezzanotte: non ce n’è. Hai dimenticato l’aloe prima di cena ora devi riprendere le 3 pillole di Sulfuricum per la mucosite. Lavaggio con dentifricio omeopatico e sciacquo con acqua e bicarbonato contro la candida in bocca oppure colluttorio contro le placche. Non hai voglia di reincremarti, senti un freddo salire dentro…..con un ultimo sforzo metti il sale in un tovaglio dentro il microonde e poi da caldo sulla schiena, nella zona lombare per ridare energia ai reni e alle surrenali. Hai dimenticato di mettere i sali nell’acqua che hai bevuto…ti infili a letto sperando nel sonno immediato…sennò un bel pastiglione e VIAAAAAAAAAAAAAAAAAAAAAAAAAAA domattina alle 8 bisogna essere in ospedale per il primo prelievo intermedio fra una chemio e l’altra. 🙂

Disclaimer: ogni riferimento a medicinali non è a scopo pubblicitario.

PS.: nelle mie intenzioni il tutto dovrebbe far ridere … 😈 ma è assolutamente vero!

PS2: mi sono dimenticata le 3+3 pilloline di Graphites per le cicatrici!!! Dimenticata in tutti i sensi 🙂

pianin pianino

Ciao!

(Ho cominciato a scrivere questo nuovo post ieri sera ma lo pubblico solo oggi…volevo che più persone possibile vedessero l’ultimo, è troppo bello e importante!)

Oggi ho rifatto la medicazione, ancora bagnato… terza torturina (l’altra l’ho avuta lunedì) con gli amati strumenti che vi ho mostrato due post fa….sempre senza male però. E poi mi ha svuotato con la siringa sto melone che ho sotto l’ascella….boia boia… E’ la linfa che ancora non ha trovato una strada alternativa…  E la pigra che sta facendo adesso che non trova più la solita strada? Si siede, aspetta, si ingubbia all’incrocio e sta lì??? Da non crederci…non è mia sta linfa! 🙂

S’impone un aggiornamento, capire come farle trovare altre strade…ripartiamo da quello che non trova più. I linfonodi sono grandi più o meno come un pisello (il vegetale!) e distribuiti nel corpo come vedete qua a fianco. Secondo quanto c’è scritto qua i linfondi nel corpo sono circa 800, fanno parte del nostro sistema immunitario in quanto (cito dal sito) “la linfa penetra nel linfonodo per mezzo dei vasi linfatici afferenti e ne fuoriesce dopo una processazione da parte delle cellule contenute nel linfonodo. Ciò accade perché i linfonodi contengono cellule chiamate linfociti e macrofagi, che funzionano da vere stazioni di controllo nei confronti delle cellule tumorali maligne e dei microrganismi patogeni.” Insomma sono dei depuratori e probabilmente, come tutti i depuratori, puzzano anche un pò. Ne consegue che io, dopo l’asporto di 32 linfonodi, sono più sporca ma anche più profumata! :mrgreen:

Prima e dopo il depuratore la linfa non ha un capo che la costringe a marciare  (non c’è un analogo del cuore) e non forma un sistema chiuso come quello arterioso-venoso. Insomma si muove spinta dal flusso complessivo, dal movimento del corpo…non ha iniziativa propria. Quindi quasi quasi ci sta che non sappia che cacchio fare…. è ferma alla vasca dei suoi vecchi 32 depuratori e non si schioda.

Ma se si muove con il movimento del corpo mi viene il sospetto che io non dovrei stare così fermina come  mi dite…. uhmmm 😈 però c’è sempre il dannato taglio aperto… uffi vorrei tanto avere almeno un avatar in cui potermi muovere…sto friggendo! 🙂

ciau! Io lunedì torno al lavoro…PAURA!

Lu

NB nel colore blu della parola avatar c’è un voluto ed esplicito riferimento al film! 🙂 …BTW a me non è mica piaciuto granchè, non gli effetti eh, SPAZIALI, ma la trama, soccia…Cameron poteva fare uno sforzino di immaginazione in più…

La linfa penetra nel linfonodo per mezzo dei vasi linfatici afferenti e ne fuoriesce dopo una processazione da parte delle cellule contenute nel linfonodo. Ciò accade perché i linfonodi contengono cellule chiamate linfociti e macrofagi, che funzionano da vere stazioni di controllo nei confronti delle cellule tumorali maligne e dei microrganismi patogeni.

i capelli e il tasso

Ciao,

in questi giorni prima del nuovo ciclo di terapia sto davvero benino. Ieri sera ho anche provato a fare spinning: con un pò di occhio di riguardo al cuore che saliva facilmente è andata, è stato piacevole risentire il corpo “funzionare” come dio comanda. Altrimenti questa faccenda sale troppo alla testa…dove già sta facendo abbastanza danni…i capelli! Per esempio…Uffa i capelli, Cazzo i capelli! Aiuto i CAPELLI!…

Pensavo di essere già pronta: li ho tagliati…ho prenotato delle parrucche…ma col cavolo! Trovarmeli a ciuffi fra le mani…ufff…che due scatole…non vorrei..

Donca però torniamo ai fatti, perchè si perdono i capelli con la chemio? Da quello che ho letto (anche qui) perchè  la chemioterapia agisce sulle cellule che si riproducono rapidamente, che è una caratteristica delle cellule tumorali ma non solo. Essendo la chemio artiglieria pesante, di fatto colpisce tutte le cellule con queste caratteristiche: cellule del sangue prodotte dal midollo osseo, follicoli piliferi e mucose delle vie gastroinsteinali.

Leggendo così qua e là scopro anche che la chemio che faccio io è un composto semisintetico analogo al taxolo, derivato dalla corteccia del raro “Tasso del Pacifico“!  Interviene ad un certo stadio della riproduzione cellulare (anafase) per impedire, appunto, il completamento della riproduzione. Michia…mi rendo conto leggendo che di biologia non so un tubo :-). Di certo ricordo invece che il tasso è un albero di cui tutte le parti sono estrememamente velenose per cui non mi stupisce che i suoi effetti siano così tosti.

Insomma se per il futuro pare che stiano inventando nuove soluzioni per il problema della perdita dei capelli per l’oggi…mi ci devo abituà…però la foto della tipa dell’articolo linkato rincuora..quindi tiriamo pur fuori le solite ovaie!

ciau e buona domenica!

i globuli bianchi e il Betto

Ciao,

il pensiero di questi giorni è soprattutto concentrato sui globuli bianchi ….perchè?

Fra gli effetti collaterali della chemio c’è l’abbassamento dei globuli bianchi e la loro mancata risalita comporta, se valutata, la necessità di non procedere con il trattamento nella frequenza prevista (questo è da tenere a mente per la mia funzione sul malessere…ci vuole anche un parametro collegato alla periodicità). Insomma na bella sfiga.

Stanotte ho sognato la fine del mondo: era annunciata, ero in campagna non mi ero attrezzata in nessun modo (e in che modo..perlatro?) ed ero da sola: improvvisamente si abbassava la luce del sole dell’80% e comciavano strani lampi e fenomeni naturali agghiaccianti. Poi mi sono svegliata. Du palline la testa…

Infine questo blog sta diventando dietro le quinte un fan club del Betto (Stefano, collega di lavoro): unico uomo che finora scritto più commenti che sono stati giudicati di estrema sensibilità dal pubblico femminile che chiede informazioni a gran voce ;- )…Betto è il tuo momento! Profitta!

buona domenicaaaaaaaaaaaaaaaaaaa

D-day+11

Ciao,

oggi è il decimo giorno dalla chemio e l’11-esimo dal parapazum. Sto cercando una funzione matematica che descriva in funzione del tempo il senso di malessere. Ma non la trovo, sono troppo arruginita mi sa.

Se però dovete fare un grafico al volo questo sito è fantastico. Se invece volete vedere delle rappresentazioni inconsuete ma efficaci delle informazioni c’è quest’altro.

Di fatto sto meglio, indubbiamente meglio. Oggi è il primo giorno senza febbre: stamattina avevo le solite 2 lineette che in genere diventavano 6/7 nel corso della giornata. Ma verso metà mattina ho sentito caldo e ora la febbre non c’è più.

Oggi ho fatto l’emocromo, dai dati sui globuli bianchi di oggi confrontati con quelli che mi faranno i l 26 dipende la decisione circa se il 27 farò la seconda dose di terapia oppure no. Per quanto sia spiacevole ovviamente il desiderio massimo è che funzioni tutto bene e il 27 di beccarmi la seconda infilata di cura.

Ho voglia di stare meglio…sto cominciando a stare meglio…spero di stare sempre meglio. Poi si ricomincerà.

L’unica certezza è che la funzione deve essere periodica.

ciao

Secondo giorno e cambi di programma

Ciao!

Oggi ho fatto la “mitica” chemio questa roba che non so se sapete cos’è ma le mie immagini precedenti erano del tutto fuorvianti. Intanto chemioterapia è un termine davvero generico che raccoglie terapie diversissime somministrate anche in modi molto diversi. Poi non c’entra una ceppa con la radioterapia.

Nel mio caso la chemio è la somministrazione di un farmaco via endovena che si chiama Taxotere, il principio attivo è il Docetaxel la cui formula chimica, qualdo letta, sembra una vera poesia che ho trovato solo in inglese:

N-carboxy-3-phenylisoserine, N-tert-butyl ester, 13-ester with 5, 20-epoxy-1, 2, 4, 7, 10, 13-hexahydroxytax-11-en-9-one 4-acetate 2-benzoate, trihydrate

bello, no? A parte la lirica chimica temevo la giornata di oggi un bel pò. Dopo quanto ero stata malino ieri infilarmi 6 pastiglie di cortisone in 12 ore, rifare l’antistamico in vena, e sta rubaza….. Invece sto meglio di ieri, per ora non è ancora arrivata la nausea, ho un cerchio alla testa, niente febbre. Non male.

Se l’herceptin di ieri era un plotone di cecchini, quella di oggi è stata l’artiglieria pesante “ndo’ cojo coio”, la chemio è così, non è specifica specifica e quindi ha tutta una serie di effetti collaterali di cui il più importante è l’abbassamento dei globuli bianchi. Perdonate la similitudine guerresca ma non me ne vengono in mente altre.

La bestiaccia ringhia…ed è affamata. I suoi dati caratteristici sono un indice di erbB2>3 e fattore di crescita del 24% (anticorpo KI-67)..quindi va sedata e ridotta.

Da oggi so che mi faranno 4 cicli di herceptine e taxotere ogni 21gg, poi l’intervento, poi terapia ancora ed herceptin un anno. …francamente avevo sperato di cavarmela in 6 mesi ma …ancora non si sapevano le caratteristiche della bestiaccia. E’ un ballo lumgo….

un abbraccio!!



D-Day-1 i numeri naturali e la materia

Donca…il pensiero principale di oggi è che oggi è il d-day meno uno: domani inizio la cura!

Ah…Quindi è il giorno zero? O è il -1? In effetti potrebbe essere anche il 84957627653419283756, in fondo che cambierebbe nei conti? Domani resterebbe il 84957627653419283757…e il senso sarebbe invariato..potenza dei numeri naturali :).

Fulvia nel suo ultimo commento mi/ci ricorda che il compito cosmico di questo blog è di occuparsi di fisica e di trasformazioni. Io dico che deve mantenere una curvatura positiva nello spazio tempo affinchè la mia geodetica (si chiamava così..mi pare, la traiettoria nello spazio tempo) stia ben collocata sull’ameno terzo pianeta del sistema solare senza andarsene a spasso. Quindi datevi da fare nei modi che vi sono più affini: pittura, canto, musica, ballo, preghiera, scrittura di software, reiki, meditazione…io domani faccio la mia parte con il buco numero…?

Si cogliendo l’invito di Enzo ho fatto il conto buchi…e poi però mi sono detta: “ma ho avuto più buchi oppure ho firmato più fogli di consenso informato??”  Lo so che non ci crederete ma siamo 8 a 8.  BTW il braccio dx a oggi vince sul sx per 5 a 3 nei buchi.  Circa i consensi mi sono resa conto di non aver praticamente letto nessuna delle famose clausole in piccolo…. forse domani la cura non è il parapazum, piuttosto mi asportano il braccio sx e torno a casa con un innesto vegetale. Così la bestiaccia potrebbe tramutarsi chessò..in un caco?

‘notte

Il parapazum…

La mia cura, come ho scritto ieri, comincia con attaccarsi all’Erb2 il quale, mi è stato scritto sul referto, viene trattato con un anticorpo monocolonale: il trastuzumab che ho chiamato amichevolmente “parapazum” dato che è impronunciabile. Il nome commerciale del farmaco è  Herceptin, prodotto dalla Genetech. La sua formula chimica, sempre dalla potenteissima wikipedia, risulta essere:

C6470H10012N1726O2013S42

Ok per il carbonio, l’idrogeno, l’azoto e l’ossigeno…ma lo zolfo? Mah…poi non so niente di chimica organica..se qualcuno sa come si leggono i numerelli è gradita spiegazione! Oppure è la quantità come nell’inorganica?

Mi incuriosiva sapere qualcosa di più. Ho sondato Rupubblica e ho trovato citato l’Herceptin per la prima volta nel 1998Interessante come l’articolo definisca questo farmaco uno dei successi della medicina d’oltreoceano insieme al Viagra…non so come dire ma forse per il giornalista una tetta conservata vale quanto una …. beh trovate la rima da soli!

In Europa è stato introdotto nel 2000. E’ molto costoso, qui si cita che un anno di trattamento costava 50.000 euro nel 2005…..che dire? Io non pago nulla per cui… amici sono tutta sul vs groppone! Pagate le tasse che a me servono per il parapazum! e W il sistema sanitario italiano cavolo!!! 🙂

Infine, giusto perchè altrimenti sembra tutto troppo bello, non è che mi scocci poco leggere anche che l’Herceptin dà come effetti collaterali problemi al cuore..per non parlare delle occasionali “fatal infusion reaction” …che due…che due…..

W la scienza…..!!?

Ieri ho fatto la TAC e ho avuto il referto della biopsia.

E’ stata una giornta pesa e lunga per cui non sono riuscita a scrivere…Sorry a me e a chi ha cercato news.

Dunque..intanto  la bestiaccia è confermata. Francamente, a parte mia mamma, che potesse non esserlo non ci credeva più nessuno. Tantomeno io.

L’oncologo è apparso ottimista su quell’ombra a dx: dice che forse non è niente, ma è stato uno scrupolo necessario dal punto di vista della successiva chirurgia: infatti la zona, piccola, regredirà certamente con i trattamenti ma è importante sapere se c’è stata oppure no.

Caratteristiche delle cellule tumorali: non c’è presenza di recettori ormonali, in compenso c’è una risposta elevata alla presenza di una certa proteina sulle cellulle cancerose  che si chiama HER2/neu -human epidermal growth factor receptor 2- detta anche ErbB2.

In poche parole? Per quanto ne ho capito finora è una caratteristica stronza (tumore con cellule che crescono molto) ma per questa oggi esiste un farmaco target, è cioè uno di quei casi in cui si può fare anche (anche) una terapia che è mirata al tumore e non che spara nel mucchio come la chemio.

Allora grazie alla scienza che avanza…per fortuna che c’è. Ma voglio poi approfondire. Per il resto….martedì comincio il farmaco target (Trastuzumab) e poi mercoledì la chemio (Taxotere)

buon sabato