There and back again…

Ciao!

Sono andata…ed eccomi qua di nuovo. Solo 3 giorni di montagna ma 🙂 davvero belli! Ho anche le provole di aver fatto passo pordoi e megrandi imprese … una ciaspolata nel nulla o quasi di un pendio al passo Pordoi, fatta per raggiungere un cimitero di guerra tedesco.  Vedete la foto? Vedete il nulla? Vedete le tracce? Beh non ci credo quasi quasi neanche io… alla “cena delle tumorate” di cui vi ho scritto l’ultima volta, una ragazza giovane diceva spavaldamente di aver fatto snowboard durante la chemio…e a me  pareva proprio una cosa impossibile. Ma me la sentivo. Non mi dava fastidio il freddo becco nè l’aria gelida (faceva -21 il mattino di lunedì da quelle parti…). Le gambe giravano. Si poteva fare…e allora ci ho provato! Chi mi ha fatto la foto? Malfidenti! Non sono davanti alla veranda di un bar…. è stato il marito di mia sorella che era con me, dato che non aveva voglia di sciare.

Al ritorno a casa mi ha accolto la caduta del pelo…giusto per ricordarmi che nonostante le mie imprese gli effetti della chemio sono lì. Era un paio di giorni che il cuio capelluto mi faceva male, oggi i miei capellini di 2,5 cm vengono via…. di nuovo. Ho le unghie che si sfaldano, una sta venendo via e dà proprio fastidio. Ma domani “here I am”,  pronta per il nuovo giro di danza con il Campari! 👿 spero che lo stomaco regga meglio anche se non ho fatto tanto la brava: ho bevuto un bombardino…grappa, birra e ieri ho mangiato anche un wurstel con la senape!

Ciao!

Lu

PS so che gli amanti lo sanno già ma “There and back again” è il sottotitolo di Lo Hobbit di JRR Tolkien 🙂

2 pensieri su “There and back again…

  1. manuela

    come è andata lucia la bufera? spero tu ti riesca a tenere dentro le cose belle, gli antiemetici più resistenti! un abbraccio.
    M

  2. sofia

    Ma che meraviiglia, Lucy! che cielo, che sogno, quanti ricordi…! Ci credo che tu ti sia ritemprata, anche se in tempi così brevi!
    Speriam tanto che tutte queste rinnovate energie ti aiutino a tener duro al nuovo assalto di oggi. Mi spiace per il ‘pelo’, immagino che risentire il dolore al cuoio capelluto non sia cosa di gran gusto…, è la storia di Penelope…, uffi! Ti abbraccio,sofi

I commenti sono chiusi.